Diego Fusaro – Essere senza tempo. Accelerazioni della storia e della vita.

Non abbiamo mai tempo sufficiente per tutto quello che dovremmo o vorremmo fare, ci sentiamo incalzati da una schiera di impegni e di eventi che, sempre più numerosi e più rapidi del susseguirsi, finiscono per farci sentire costantemente in ritardo e per farci vivere immancabilmente, di corsa e con il fiato corto. Ne deriva quel sentimento soggettivo di costante fretta, che nasce da una situazione oggettiva, che non piò essere altrimenti qualificata che come accelerazione di ogni settore della nostra esperienza esistenziale. Il nostro presente si configura allora come l’epoca in cui “i tempi del mondo” non solo non si conciliano con quelli delle nostre esistenze, ma addirittura li stravolgono senza tregua, imponendoci ininterrottamente lo sforzo di adeguare le nostre vite alla temporalità iper-accelerata di un mondo la cui essenza sembra “riposare” paradossalmente, nella fretta e nella velocità.

Scarica PDF